Non riesco

A non pensare alla fine di Laura.

5 Commenti

  1. Elisabetta Cabrini

    L’atto brutale è verso una donna, ma anche verso un modo di incarnare le istituzioni e la cosa pubblica che, al di là della retorica, non tutti sentiamo come nostro. Per molti la forza vale di più dei diritti.

Rispondi