Non riesco

A non pensare alla fine di Laura.

5 Commenti

  1. Elisabetta Cabrini

    L’atto brutale è verso una donna, ma anche verso un modo di incarnare le istituzioni e la cosa pubblica che, al di là della retorica, non tutti sentiamo come nostro. Per molti la forza vale di più dei diritti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *