In un mondo in cui ognuno si aggiusta così

Tommaso Conti, sindaco di Cori, sulla politica al di là di Marina Berlusconi, larghe intese e regole congressuali:

2 Commenti

  1. mario lupi

    ha ragione questo sindaco anzichè semplificare continuano a complicare le cose.ma possibile che la burocrazia crea clientelismo ,corruzione, scambio di favori, e le varie leggi vengono aggirate con cavilli , mentre ci vorrebbe solo trasparenza. probabilmente con la trasparenza non si possono fare i giochini politici ……. ecco il guaio…

  2. Giordana

    Sono d’accordissimo con questo bravo sindaco. Credo che con questa strana democrazia alla fine stiamo tutti con meno libertà di movimento e potere decisionale , ogni persona con delle responsabilità deve poter gestire la propria situazione. Non tutto deve venire dall’alto, altrimenti eliminiamo anche i sindaci, che però, essendo stati eletti sul territorio nel quale poi lavoreranno, conoscono i bisogni e le priorità dei propri cittadini e del territorio.

Rispondi