I trapezisti della sinistra

Sinistra Ecologia Libertà celebrerà tra qualche mese il suo Congresso su una linea politica che discuteremo insieme, ma di cui conosciamo già i sommi capi: rafforzamento di una sinistra di governo in Italia, nel solco del socialismo europeo che si cimenti con la (ri)costruzione di una coalizione di centrosinistra e che sappia coniugare le ragioni del lavoro, dei diritti per tutte e tutti e della conversione ecologica. Tutto questo si può fare prescindendo dal Partito democratico o da quello che succede al suo interno? Ovviamente no. Chiunque si dica di sinistra non può essere indifferente a quanto accade nel più grande partito del centrosinistra. Personalmente, non mi sfugge la carica innovativa, a cui ogni tanto corrispondono contenuti non proprio nuovi, di Renzi, la fresca radicalità di Civati, che ad esempio è il meno vicino alle larghe intese, o la profondità di riflessione sull’Europa e sulla prospettiva di Cuperlo. Non mi sottraggo al punto decisivo[…]

Cioè? (il post di Sergio è qui)

3 Commenti

  1. max alive

    secondo me gli elettori di SEL(quelli che vogliono)devono scegliere in autonomia chi sostenere al congresso PD e soprattutto pensare al proprio congresso e a rafforzare SEL…io,a titolo di cronaca,sosterrò Civati ma romango saldamente in SEL.
    a prescindere da chi sosterremo,con quale PD dovremo confrontarci?esistono alternative credibili? dialogo con Grillo?no,grazie…

  2. Caro Giulio,

    a me non sembra un concetto molto complicato: Sel non è una costola del Pd, quindi non capisco perché sia strano che non sostenga nessun candidato alla segreteria del Pd. Non fingo di disinteressarmi del dibattito dei democratici, perché penso che il centrosinistra sia il campo strategico di Sel, ma non per questo sostengo questo o quel candidato. Del resto non credo si sia mai visto un partito che dall’esterno sostiene un candidato al Congresso di un’altra forza politica. Piuttosto, onestamente, mi sembra che le tue osservazioni siano fortemente influenzate dal tuo sostegno a Civati. Ovviamente sei liberissimo di sostenere chi vuoi, ma non accusare me, tra le righe, di sostenere qualcuno sottobanco o di ‘trapezismo’.

Rispondi