Partito e elezioni

Leggevo di questa cosa che qualcuno preferisce perdere le elezioni per tenersi il partito e ho pensato che è la stortura feroce di quasi tutti i partiti. Davvero.

Un politico guarda alle prossime elezioni. Uno statista guarda alla prossima generazione. Un politico cerca il successo del suo partito; uno statista quello del Paese.

James Freeman Clarke, su Daily Gazette, 1870

 

3 Risposte a “Partito e elezioni”

  1. ne vedo pochi di statisti nella nostra politica purtroppo…

  2. Io penso che nel 1992 il sistema politico ha inoculato al suo interno un gruppo di uomini che rendesse inoffensivo il lavoro dei magistrati. La guida è stata affidata al nuovo partito Forza Italia. E Berlusconi in questi anni ha destrutturato le istituzioni, rendendo vani anche i tentativi di forze sane di guidare il paese. L’ingranaggio democratico si è irrimediabilmente inceppato. Solo un’insurrezione può cambiare le cose. Le parole di Ferdinando Imposimato sono illuminanti…

  3. Non vedo ancora statisti allora.

Lascia un commento