Adesso scopro di essere un conservatore

Una volta (fino ad oggi e probabilmente ancora per un bel po’) Berlusconi ci diceva che eravamo contrari alle riforme in quanto “comunisti” e non importa se le sue riforme fossero pericolose per i diritti, per la democrazia, per la Costituzione e utili ai suoi interessi personali. Ora ci dicono che siamo contrari alle riforme perché siamo “conservatori” e lo dicono con la stessa spocchia, lo stesso rifiuto del confronto. Poiché l’imperativo è “cambiare” non si deve perdere tempo a discutere di “come” e “per andare dove”. Cambiare, in fretta, riformare, abbandonare il vecchio e basta. Ci deve bastare. Altrimenti siamo boicottatori. E non importa se la schifezza di legge elettorale in cantiere e la riforma del senato in fieri ci lascerebbero una rappresentanza a dir poco discutibile. Io sono d’accordo su quello che scrive oggi Alessandro qui:

Eppure questo frutto del Porcellum vuole arrogarsi il diritto di decidere che, dal prossimo giro, eleggeremo una sola Camera, in cui chi prende il 37 per cento prende la maggioranza assoluta, quindi potrà a sua volta cambiare la Costituzione a piacimento.

Insomma siamo stati fieri di essere “comunisti”, poi “amici delle toghe rosse”, poi addirittura “coglioni”: qualche mese da “conservatori” non ci può fare poi tanto male.

7 Commenti

  1. Proprio oggi mi è stato detto che sono contro Renzi perchè non voglio che finalmente ci sia il “cambiamento”. Inutile dire che non ero contro Renzi ma contro un cambiamento peggiorativo. Mi hanno risposto che gente come me gli avrebbe impedito di cambiare e che per questo in Italia i giovani non avrebbero mai avuto un lavoro, ecc. ecc.

  2. Con pochi concetti hai perfettamente riassunto la mia perplessitá circa l’adesione incondizionata a questo pensiero pro-cambiamento fine a se stesso. Come se “il cambiamento” fosse implicitamente portatore di “miglioramento” e “progettualità”, due condizioni indispensabili alla ragione d’essere del cambiamento stesso

  3. ..RENZI SOTTO LE ALI DI GELLI E DEL CRIMINALE E DI RE GIORGIO
    …..Renzi sta attuando il Progetto di Gelli e del Criminale del 20ennio passato cioè RINASCITA DEMOCRATICA controllo dei Mass-Media modifica della Costituzione per formare un DUO POLIO DX e SX Riforma della Magistratura con Carriere separate dei Magistrati…..ecc……

Rispondi