L’agnello pasquale

A proposito di appelli per gli agnelli innocenti, il Ministro dell’Interno Angelino Alfano chiede i numeri identificatori per quei due sotto le scarpe:

deborah anrgrisani-2

23 Commenti

    1. Roberto Di Gleria non si può chiedere la parificazione dei soli doveri e non quelli dei diritti. La parificazione deve essere su tutto. Classico comportamento della sinistra italiana. Diritti per voi dovere per gli altri. Mettiamo il numero identificativo sui caschi ma introduciamo l’arresto obbligatorio per chi partecipa a manifestazioni con il volto travisato da caschi e passamontagna o comunque con qualsiasi mezzo per rendersi irriconoscibile. Coerenza.

  1. avete fatto bene a postare le foto invece che il video.perche’ incita alla, autodifesa.e sul vomitare ormai, conato in piu’ conato in meno.e per te angelino, taci l’abuso di potere esiste dai tempi dei tempi e’ insito nella natura umana purtroppo il codice identificativo fa da deterrente a questa infamia e meschinita’ taci!e chi non e’ a favore e’ contro la giustizia sopra ogni cosa.di seguito un po’ di codici fuori confine, russa inglese canadese tedesca

  2. Non mettere l’agnello con una ragazza che viene calpestata. La differenza sta che gli agnelli vengono uccisi due volte , la prima volta dove li uccidono e li macellano la seconda nei piatti di chi festeggia la Pasqua , che dovrebbe essere giusto un giorno di pace per tutti gli essere viventi .

Rispondi