Addolorato

Non so se essere più schifato dalle motivazioni che hanno portato Scajola in carcere (non sorprendenti) o dalle parole di quell’anziano signore che dichiara di essere “addolorato” e di non avere avuto “sentore” di questa indagine.

18 commenti su “Addolorato”

  1. Stamattina il giornalista Deaglio, in collegamento dagli USA con Radiopopolare di Milano, informava gli ascoltatori che già nel 92/93 Violante scriveva che dell’Utri sarebbe stato arrestato (sic, sic, sic); nel frattempo c’era davanti al tribunale di Milano qualche suo referente che andava suggerendo tra noi “popolino” che non si doveva essere negativi contro B. MA “propositivi”! Il giornalista commentava di aver perso nel nostro paese 20 anni e che tutti già SAPEVANO sin da allora!

  2. il sig.Claudio Scajola ministro agli interni durante i fatti di Genova del luglio 2001 probabilmente è avvezzo ad altro tipo di “giustizia”, ovviamente da applicarsi ai soliti “facinorosi”.

  3. Umanamente non si gioisce della privazione della libertà; non si dovrebbe.
    Civilmente, in un paese dove al potente non succede nemmeno se la fa grossa di vedersi privare della libertà [ogni riferimento al noto delinquente semilibero è voluto e intenzionale], sì.
    Si deve gioire perché è il segno che lo stato c’è.
    E solo un criminale più criminale di chi viene privato della libertà si può addolorare quando lo stato – che per lui ha preferito assentarsi e sparire – per qualcun altro invece ha dimostrato di esserci.

  4. certo per i giornalisti le notizie shock da pubblicare non mancano….Continuo ad essere “indignata” per i continui scandali su tutti i fronti…..

  5. è che non si sa di cosa essere più schifati…. viviamo ormai seppelliti dallo schifo che quasi non ce ne accorgiamo più….. viviamo in uno stato che ha legalizzato l’illegalità… se qualcuno è poco, poco onesto è subito fuori ” legge”….. CHE SCHIFO!!!!

Rispondi a Francesca Barraco su Facebook Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.