Ancora su Farage

Scrive Andrea Scanzi e questa volta condivido in toto la sua analisi:

Oltretutto l’autodifesa di Farage contiene non poche inesattezze, come la ricostruzione della cacciata di Nikki Sinclaire (fu messa alla porta da Farage nel 2010, due anni prima del presunto peculato). Grillo dice: “Farage è spiritoso”. E uno sticazzi non ce lo mettiamo, Grillo? Anche Berlusconi è molto spiritoso a cena, ma resta Berlusconi. Grillo dice: “Farage non è razzista”. Certo, non è Goebbels. E quando vuole è efficace: alcune sue requisitorie a Bruxelles sono molto divertenti. Però Farage è anche e soprattutto quello che piace alla Lega (Speroni: “Farage è come la Le Pen, sono equivalenti, lottano su temi comuni”). E il partito di Farage (Ukip) è pieno di intellettuali che negli anni hanno regalato frasi tipo “Certe persone hanno una tendenza naturale a essere soggiogate fin dalla nascita” (David Griffith alludeva ai neri), “Non vorrei avere dei romeni vicini di casa”, “Le alluvioni sono la punizione divina per la legalizzazione dei matrimoni gay” (David Silvester), “Le donne valgono meno, è giusto guadagnino meno, vanno in maternità”.

Da un lato Farage è quello che ha cacciato Borghezio e proibisce l’iscrizione all’Ukip della destra estrema (Bnp), dall’altro è quello che vuole restringere l’uso di burqa e niqab (“Nemmeno io posso entrare in banca col casco”) e che nel 2004 ha applaudito il suo eurodeputato Godfrey Bloom per la frase “Nessun uomo d’affari con un cervello darebbe lavoro a una giovane donna single” (Farage ha poi cacciato Bloom nove anni dopo, quando ha definito le sue colleghe dell’Ukip “mignotte”). Una succinta ma mediamente agghiacciante raccolta del “peggio di Ukip” la trovate qui. Farage somiglia al M5S unicamente nella lotta all’eurocrazia. E’ sufficiente per sedergli accanto? Che effetto fa, a una forza “giustizialista” come M5S, avere poi vicino uno che lotta contro l’evasione fiscale ma gestiva un fondo fiduciario all’isola di Man che serviva – lo ha ammesso Farage stesso – per pagare meno tasse?

36 Commenti

  1. Scanzi chi? Quello che fino a ieri, al massimo ieri l’altro, insieme a Travaglio, Gomez, Padellaro, dalle colonne de Il Fatto Quotidiano spingeva Grillo e Casaleggio alla vittoria sicura, al sorpasso, al #vinciamonoi? Non vedo alcuna differenza tra Lorsignori del Fatto e i varii Fassinachi che salgono sul carro del vincitore Renzi. C’è gente, caro Giulio Cavalli, che non butta via i giornali dopo averli letti. C’è anche gente, come Pippo Giuseppe Civati, che al M5S ha teso la mano, ha prestato ascolto, e si è sentito dire “Civati è la mafia”. Grillo in compagnia di Farage ci sta benissimo, e personalmente spero che facciano gruppo in Europa. I fascisti è meglio se sono riconoscibili, si combattono meglio.

  2. alcune dichiarazioni attribuite a farage o ai suo, sono modificate, tagliate o falsate (volendo si trova anche questo su internet)…proprio come i media hanno fatto con grillo.
    ho votato 5stelle e lo rifarei. in europa l’alleanza é necessaria…avrei preferito che grillo si avvicinasse anche a tsipras e ai verdi, poiché ci sono molte idee comuni anche con questi partiti…ma c’é ancora gente che crede che i 5stelle siano fascisti, dicono solo no e non fanno nulla, che si perdono dietro agli scontrini e tutte le sciocchezze elettorali seminate in questi mesi….quindi si fa quel che si può

Rispondi