Nicoli Cristiani era così innocente che adesso vuole patteggiare

Ecco la notizia:

L’ex vice presidente del Consiglio Regionale della Lombardia Franco Nicoli Cristiani e l’ex dirigente dell’Arpa Giuseppe Rotondaro, nel corso dell’udienza preliminare per la discarica a Cappella Cantone (Cremona), hanno chiesto di patteggiare, mentre altri 7 imputati, tra cui l’imprenditore Pierluca Locatelli hanno presentato istanza di processo con rito abbreviato. La proposta di patteggiamento da parte di Nicoli Cristiani è arrivata, quasi a sorpresa e via fax, in udienza ma la pena definitiva deve ancora essere «limata» in accordo con il pm Paolo Filippini.

10 pensieri su “Nicoli Cristiani era così innocente che adesso vuole patteggiare

  1. Ok. Per il patteggiamento un’ammissione di colpevolezza. L’abbreviato tecnicamente si usa quando la prova è contraddittoria o si punta all’assoluzione piena, o la pena é talmente alta che non è possibile patteggiare (5 anni)

  2. Ogni volta che penso e ripenso a certi inqualificabili personaggi che hanno gravitato attorno all’universo formigoniano negli ultimi anni ancora non mi capacito di come sia stato possibile lo scorso anno perdere le elezioni regionali in Lombardia…

Rispondi a Francesca Barraco su Facebook Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.