Adesso, a sinistra

Sulla mia proposta semplice semplice si vede che anche Civati (ma sono in tanti, vedrete) concorda e a Livorno presenterà azioni uscendo dalle discussioni. Basta ascoltarsi e rilanciare, confrontarsi e agire, mettersi insieme per contare. Contarsi, invece, lo facciamo dopo e se tutto viene fatto seriamente sarà una bella sorpresa. Sicuro. Io, su questo, ci sono. Subito.

3 Risposte a “Adesso, a sinistra”

  1. per piacere, i pd non nominino neppure la parola sinistra, visto che fanno un governo con gente di estrema destra e vanno a prendere ordini da berlusconi (e hanno svenduto la pubblica istruzione ai liberal reazionari) abbiate le palle di dire che vi interessa il potere, non gli operai, i disoccupati, i vecchi gli ammalati, gli studenti. siete gente che cala le tasse a marchionne e non paga i supplenti delle scuole.

  2. civati purtroppo è un uomo di buoni propositi ma di quelli di cui la è pavimentata la via dell’inferno. Vorrei ma non posso? La prossima volta faccio sentire la mia e la vostra voce? in questo momento non si può opporsi ma la prossima volta…

  3. Mi fido delle tue parole, ma ormai le delusioni han preso il sopravvento..nonostante ció, non smetto di lottare..intanto mi porto il pallottoliere.. ;-)

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.