Toh!

Ci dicevano che la questione morale fosse una bufala per scalzare la segreteria (e intanto sono spariti):

Schermata 2014-06-25 alle 16.31.52

Dall’Italia dei valori agli arresti nell’inchiesta sulle «spese pazze» in Liguria. Le due consigliere regionali Marylin Fusco e Maruska Piredda sono state arrestate e messe ai domiciliari, dalla Guardia di finanza per una ipotesi di peculato relativa alle spese effettuate nel 2012 con i soldi del gruppo dell’Idv, di cui facevano entrambe parte.

La Procura indagava su voci di spesa apparentemente lontane da cose che potevano rientrare nelle cosiddette “spese di rappresentanza“: migliaia di euro per viaggi, parrucchieri, giochi, modellini di auto, frigoriferi, divani, casse di vino, oltre che per tablet, computer, capi di abbigliamento, cravatte. Era emerso che il gruppo aveva già speso a ottobre l’intera somma a disposizione per il 2012, 230mila euro, al punto che vi furono problemi per pagare i compensi dei cinque dipendenti del gruppo. Ci pensò poi di tasca propria uno dei consiglieri indagati, Maruska Piredda.

La notizia è qui.

5 Commenti

  1. Giulio ti ricordi di me quando intervenni quel sabato pomeriggio a Milano, nel giugno 2011 (tu ci annunciasti la tua uscita da idv in quell’occasione), denunciando la porcilaia dell’idv ligure?…il tempo è galantuomo!!! un caro saluto da Savona!!! Federico Gozzi

Rispondi