Potremmo prendere gli articoli pubblicati allora e rimetterli sul giornale di oggi

587710

 

Foto identiche a quelle di allora. E morti per niente.

11 Commenti

  1. mario

    buongiorno. quando succedono questi fatti di chi è la colpa qualcuno le chiama bombe d’acqua e può essere vero ma se si cementifica a dismisura se non si usano i fondi europei x la messa in sicurezza dei territori(non usati 4 miliardi di euro l’anno scorso) ci sarà qualche responsabile.no noi preferiamo dare la colpa alla natura ,ma essa ogni tanto si ribella siamo noi la causa e prima lo capiamo meglio è . un grazie a questi “angeli del fango bravissimi”ma li ci dovrebbero essere i diavoli che hanno permesso tutto questo miserabili

  2. giordana

    Quando succedono questi drammatici fatti non riesco a non mettermi nei panni delle persone coinvolte e mi guardo attorno nella mia casa cercando di mettermi nei loro panni e vedo tutto distrutto, i sacrifici, i ricordi e magari anche feriti, morti.
    Credo sia una situazione da impazzire, come possono i “tanti” responsabili non avere il rimorso di quanto disatro morale ed economico provocano. Credo proprio che BISOGNA che si riesca a coinvolgere tutte le “personalità” sane di questo Paese per rivedere questo “andazzo”. BASTA!!!!

  3. La Liguria è la regione italiana con la più alta percentuale di cementificazione del territorio negli ultimi dieci anni. c’è un libro serio e documentato che racconta i misfatti avbenuti su quel territorio: “Il partito del cemento”, di Ferruccio Sansa e Marco Preve, edizioni Chiarelettere.

Rispondi