La bugia dell’onorevole Micaela Campana (PD)

Ha poco da lamentarsi l’onorevole del PD Micaela Campana che protesta per i possibili fraintendimenti del suo sms a Salvatore Buzzi, uomo coinvolto in pieno nell’inchiesta Mafia Capitale. Chiede che non siano estrapolate le frasi in modo che possano essere fraintese ma a leggere bene l’ordinanza (che abbiamo pubblicata per intero qui) c’è qualcosa di peggio del “bacio virtuale” via sms:

La sera del 20.03.2014, Salvatore BUZZI riceveva notizia del fatto che l’interrogazione, proposta dai parlamentari del PD da lui definiti “amici miei”, a breve sarebbe stata presentata. Già alle ore 18.31, Umberto MARRONI (deputato PD, ndr)  gli inviava un SMS recante il testo: “Ho parlato con Micaela meniamo” e, in riferimento alla stesura del testo, precisava “La sta preparando Micaela”.
[…] Infine, alle ore 21.03, riceveva l’attesa notizia proprio da Micaela CAMPANA, la quale inviava al BUZZI il seguente SMS: “Parlato con segretario ministro. Mi ha buttato giu due righe per evitare il fatto che mi bloccano l’interrogazione perche non c’e ancora procedimento. Domani mattina ti chiamo e ti dico. Bacio grande capo”.
Alle ore 15.49 del 21.03.2014, Salvatore BUZZI riceveva un SMS dal BARBIERI (assistente dell’onorevole Campana, ndr), che lo informava di un “rigetto” dell’interrogazione per difetto di presupposti, avendo come esclusivo fondamento le notizie di stampa: “Buongiorno mica (Micaela, ndr) aveva depositato interrogazione, ma l’ufficio responsabile ce l’ha rigettata perche non era congrua essendo basata solo su articoli di giornali, ora l’ufficio ce la riscrive affinche non venga rigettata ma ci vorra qualche giorno. Simone”.

Io, fossi in lei, penserei bene anche all’opportunità di dimettermi. Sul serio.

18 Commenti

      1. Giulio Cavalli

        La vicenda è esposta nel dettaglio da pag. CLXVIII a CXCIII dell’informativa finale dei ROS dell’11.7.2014, alla quale ci si riporta e viene qui sommariamente richiamata al solo fine di rendere evidente come l’associazione operi nella “zona grigia”, tra lecito ed illecito, così cercando e riuscendo a raggiungere i propri scopi, considerando che, senza dubbio, l’attività delle cooperative riconducibili al BUZZI, portava “alle casse” dell’associazione enormi somme di denaro, tenuto conto delle gare che riesce, ben operando in detta “zona grigia” ad aggiudicarsi.

  1. Francesco

    Dal testo da Lei pubblicato si evince chiaramente che l’interrogazione sia stata poi presentata. Sa dirmi il link sul sito della Camera grazie. In merito alle accuse sa dirmi i capi di imputazione e le ipotesi di reato che a Suo dire possono essere contestate alla Campana?Se parliamo di rettitudine morale La prego, si estranei da giudizi sommari….proprio Lei…

    1. Giulio Cavalli

      Caro Francesco, il “testo da me presentato” sono le carte dell’ordinanza. Tentare di fare un piacere personale ad un criminale solo per rompere i coglioni ad un giudice è di per sé un’opportunità piuttosto grave. Sulla rettitudine morale proprio Io (visto che sembra che lei sappia cose gravissime su di me) trovo che sia un atteggiamento inopportuno. Per ultimo la avviso (maschile o femminile visto che si firma con un mail falsa ma è piuttosto chiaro il suo ip) che trovo le dimissioni una dignitosa uscita di scena. Saluti.

Rispondi