Laici: così è, se vi pare.

Sulla nostra incapacità di essere laici per davvero. Ne ho scritto qui nel mio angolo su L’Espresso.

3 Commenti

  1. perchè in realtà, tu lo sai bene, l’unico problema al mondo, è sempre di quelli che vogliono sottometterti. Da giovane ho stabilito che non ci sarei stata. Ci ho lasciato la salute, continuamente subiamo danni alle auto ecc,. in modo morbido mi è stato fatto capire che basta andar via per star meglio. Non voglio andar via io. Devono cambiare le cose. Ciao Giulio, buona giornata.

  2. laico non vuol dire niente. In qualcosa bisogna credere. Si va a scalare… in base alle fregature che prendi. Toccato il fondo, se riesci a risalire, hai già fatto un grande passo. Mi piace entrare in chiesa quando è vuota, mi pare di essere a casa. Tranquilla, accogliente, rilassante. Nessuno che predica… così uno dovrebbe sentirsi ovunque.

Rispondi