L’isola che c’è: Lampedusa raccontata a quattro mani con Giusi Nicolini

Tra le fortune del mio lavoro c’è anche la possibilità di raccontare persone eccezionalmente umane in questo mare (è il caso di scriverlo) di prepotenze e razzismo. Per questo sono molto fiero di avere aperto l’appuntamento dei “monologhi di carta” che usciranno ogni settimana su Left con un pezzo scritto a quattro mani con la sindaca di Lampedusa Giusi Nicolini. Qui sotto c’è il video, il testo è su Left in edicola da oggi:

3 Risposte a “L’isola che c’è: Lampedusa raccontata a quattro mani con Giusi Nicolini”

  1. Grazie per questo “crudo” rendiconto di quello che succede a Lampedusa. E’ incredibile come non si riesca a fermare una situazione così tremenda. Penso che bisognerebbe far vedere le immagini “vere” di quello che succede in queste coste continuamente nei luoghi di “comando” sperando di toccare la loro sensibilità, invece di trastullarsi continuamente nei vari programmi tv..

  2. Gulio Cavalli….es muy claro en sus comentarios¡

  3. pochi hanno il vostro coraggio di dire le cose come stanno e di metterci la faccia…gli altri sono solo parolai, arrivisti e vogliosi di potere

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.