Io, merce tra le merci

Sul numero in edicola da oggi di Left, tra le altre cose, ho avuto di conoscere e “ospitare” nelle due pagine del monologo di carta Antonio Di Luca. Antonio è un operaio allo stabilimento Fiat di Pomigliano D’Arco (NA), iscritto Fiom ma è soprattutto uno dei più brillanti pensatori sulla situazione del lavoro: se vogliamo semplificare è la migliore dimostrazione che la cultura del lavoro in questo Paese esiste, eccome, e non appartiene solo a chi non si è mai sporcato le mani. Nel suo pezzo racconta della (tristemente) storica giornata in cui le trattative con il gruppo Fiat isolarono Fiom e decisero per un assurdo e condizionato referendum di fabbrica. Io in questo video ho riportato alcuni suoi passi ma vale la pena leggerlo tutto. Davvero. Per ascoltare il monologo basta cliccare qui:

Schermata da 2015-03-14 15:38:34

4 Risposte a “Io, merce tra le merci”

  1. Antonio Di Luca è anche il responsabile nazionale per il lavoro di Azione Civile.

  2. Letto.
    Grazie x informazione.

  3. Tragedia sociale che avrebbe meritato rivolte spinte fino alla violenza pura

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.