Morire per delle idee

11130110_10206403208820096_334649194537890733_n

 

Eppure credo che anche da laici, atei o addirittura anticlericali non si possa che rimanere sconvolti di fronte ad una selezione tra la vita e la morte basata sulla fede religiosa. Non so quando abbiamo deciso che certi morti fossero “politicamente più usabili di altri”, non so quando abbiamo deciso dei rimanere umani solo con i nostri morti imparando a scavalcare quelli degli altri. Prego (da laico) di non abituarmi alle stragi. Mai.

113 Commenti

  1. MAi..dobbiamo dimenticare..e l’unica verità è che l’Umanità non è degna di portare questo nome..poichè di “umano”..nell’uomo nulla è rimasto….potrei ricordare le stragi di Sabra e Shatila..l’operazione “piombo fuso”…ma so che con te sfonderei una porta aperta…purtroppo siamo così abituati al “male”…che non ce ne doliamo quasi più…sentiamo un peso sul cuore..di notte…ma lo attribuiamo ai “peperoni”…No..sono il rimorso e la paura..che ci attanagliano…

Rispondi