O fai politica o non la fai

 Vale la pena leggere Giuseppe Musmarra e riprendere dal suo articolo una considerazione:

Landini ha traccheggiato. Ha rinviato. Si è lanciato in una serie di distinguo tra “partito” (Io un partito? Giammai!), “movimento” (Un’aggregazione spontanea? Forse) e poi “blocco sociale” (Ecco sì, wow, blocco sociale sì!). Una colossale e ridicola perdita di tempo terminologica. Perché delle due l’una: o fai politica o non la fai. Farla fingendo di non farla è una mistificazione che la gente percepisce e giudica negativamente. Nel frattempo Renzi ha ben approfittato di queste incertezze mettendo a segno una serie di riforme che hanno tolto al rassemblement alla sua sinistra molti argomenti.

Ora, al di là di una diversa opinione sul senso di “mettere a segno una serie di riforme” che hanno tolto alla sinistra argomenti (credo che siano molti di più di quelli che pensa Musmarra a non condividere lo spirito di queste ultime riforme annunciate) sono comunque d’accordo sul fatto che oggi gli elettori chiedano, soprattutto a sinistra, almeno radicalità nelle posizioni e il tira e molla di Landini, come era successo per Montezeolo e Passera e il Movimento Arancione di De Magistris, porta i cittadini a sentirsi cavie chiamate a raccolta per contare le statistiche nei sondaggi. E nessuno ne ha voglia. Nessuno.

8 Risposte a “O fai politica o non la fai”

  1. Pero’ gli ex segretati CGIL,anche regionali …sono tutti nel Pd

  2. Io credo ke la vera RES PUBBLICA è interpretata di nome e di fatto dai politici ke si tagliano lo stipendio per rendere la vera COSA PUBBLICA, PUBBLICA. COME PUBBLICO DEVE ESSERE L’INTERESSE DELLE OPERE, SX E DX NON NE SONO CAPACI E ALLORA CREDO KE L’ONESTÀ ANDRÀ DI MODA

  3. ci sta mettendo la faccia non credo che stia scherzando poi solo il tempo potrà dirlo solo lui

  4. completamente d’accordo aime’, come sottolinea qui Cremaschi…………….http://anticapitalista.org/2015/03/23/la-coabitazione-sindacale/

  5. non vedo tira e molla in Landini, piuttosto continua il cerchiobottismo di Civati (il quale ha perso già molto credito)

  6. Gli operai di Terni non sembrvano molto incerti mentre prendevano manganellate . Incazzati , ma non incerti. E la Politica è una pratica che appartiene a tutti : Partiti, Associazioni e semplici cittadini. Dare a Landini la responsabilità del fatto che Renzi faccia il bello e cattivo tempo mi sembra alquanto ingeneroso e un tantino in malafede. Dopodichè anche Landini non è Dio in terra, ma la sua onestà intellettuale non penso possa essere messa in discussione.

  7. Non mi sento per nulla cavia, anzi! Sono entusiasta di Landini. Mi fa sperare tanto in un cambiamento . Coalizione sociale potrà diventare anche forza politica e mi piace pensare che ci possa riuscire a prescindere da Landini.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.