I bulletti: a Barcellona i nuovi boss pascolano su Facebook

Guardateli bene sono la nuova leva della mafia a Barcellona Pozzo di Gotto: Alessio Alesci, Bartolo D’Amico e Marco Chiofalo sono tra gli arrestati dell’operazione Gotha 5 che ha mappato Cosa Nostra nel messinese. Loro tre giocavano a fare i boss anche sui social come nei peggiori stereotipi. Mentre continuiamo a parlare di ‘colletti bianchi’ e ‘mafiosi sommersi’ viviamo ancora in un Paese in cui il mafioso esibisce la propria sbruffonaggine con vanto. Per questo, forse sarebbe utile interrogarci tutti sui modelli culturali. Tutti.

Le loro gesta le ha raccontate bene Paolo Borrometi qui.

34 Risposte a “I bulletti: a Barcellona i nuovi boss pascolano su Facebook”

  1. frustate nerbate e calcinculo 3 volte al di per il resto della loro vita

  2. Modelli culturali? Mi sfugge qualcosa… Ci sono modelli culturali da prendere come esempio oggi?

  3. tre senza cervello,certo è meglio fare il mafioso almeno il lavoro c’è l’hai finchè campi…..

  4. … sino a che continueranno a proporci trasmissioni televisive di bassa qualità non potremo aspettarci niente di meglio. Per fortuna che non tutti i giovani sono così.

  5. purtroppo questi esseri sono forti perchè il nostro governo è debole quando non colluso!!

  6. Strano di solito non li scelgono coglioni! I mafiosi coglioni li mandano in parlamento…
    Sono dubbioso

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.