Milanesi, tenete calde le spugne per la Pedemontana

Io non so come trovare le parole per raccontare la devastazione che sta dietro alle lingue di asfalto che sono state progettate per sfamare gli interessi cementizi. Non so se ci si rende conto che con la scusa del “servono per l’Expo” abbiamo perso chilometri di territorio non ripristinabile per decreto. Non so come ripetere ancora che Giuseppe Sala, il dominus di EXPO, ha avuto arrestati per tangenti i suoi due collaboratori più stretti. Non so se vi ricordate che la famiglia mafiosa di Carlo Cosco (colui che uccise la sua ex moglie Lea Garofalo) lavorava sulla linea 5 della metropolitana milanese e viveva tranquillamente in case ‘popolari’ come un bisognoso qualsiasi. Non so se avete avuto modo di verificare quanto poco siano state mantenute le promesse di infrastrutture nei paesi toccati da queste nuove strade, autostrade, tangenziali e autotangenziali che hanno sostituito spesso campi agricoli. Agricoltura: il tema di EXPO che si è fatta il trucco con piastre di cemento su terreni privati e che, nonostante le parole a vuoto, non si sa cosa sarà dopo.

Certo la devastazione in città fatta di fiamme e oscenità spruzzate sui muri è facile, evidente, sotto gli occhi di tutti. E certo è una risposta di dignità scendere con le spugne in mano a pulire. Certo. Ma tenete calde le spugne perché tra poco arriveranno novità dalla Procura anche sugli appalti della Pedemontana. E magari questa volta facciamo che ce ne accorgiamo. Eh?

21 Risposte a “Milanesi, tenete calde le spugne per la Pedemontana”

  1. grazie Giulio per i preziosi promemoria … la gente dimentica i fatti con molta disinvoltura

  2. altro che “mi piace” mi piacissimo!!!!!

  3. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Le tue parole, invece sono chiare e precise. Continua a scriverle le cose che non vanno. Non potranno dire che nessuno sapeva niente.

  4. Ma cosa possiamo fare ! A me viene da piangere dalla rabbia , non cambia mai niente!

  5. Per tempo, si’ , sarebbe bene parlarne e muoversi nel momento giusto, e nel modo piu’ civile possibile. Anche di fronte alle cosche, con rigore.

  6. Io me ne rendo conto. …purtroppo.

  7. Invece di tener calde le spugne, bisognerebbe preparare l’Asinara per questi Politici.

  8. pulitevi le coscienze con le spugnette

  9. No c’è speranza… Gli idioti sono la stragrande maggioranza e i pochi furbi che depositano, corrompono, violentano in tutta tranquillità in pieno giorno. Per uccidere, si commissiona al “mafioso”.
    Il toro vede il mantello rosso ma non la lama che lo uccide!

  10. gentilissimo Giulio ti ringrazio per la tua lucida analisi e per la tua forza che aiuta a riprender fiato a “noi” ormai accecati e ammutoliti senza più voglia di vivere in questo paese così tragicamente impastato di ipocrisia e malaffare grazie un abbraccio

  11. “Facciamo che ce ne accorgiamo”…spero ma ne dubito…

  12. Bravo,Giulio! Proprio io ho scritto, commentando l orgoglio milanese per la pulizia, che si sia cosi pronti anche a pulire gli affari sporchi della mafia a Milano!

  13. Beh basta dire che tra gli sponsor principali dell’expò c’è MC Donald che con l’alimentazione sana centra nulla!!

  14. “Uomini senza coppole”
    Tutto questo incantesimo criminale non è stato realizzato nella puzzolente Campania, nella profonda Calabria, o nella dispersa Sicilia.

  15. No Giulio, quello che scrivi non è importante… non svegliare il popolo italiano… che sta preparando like e pagine nuove per quel povero pirla che hanno intervistato… convinti che sia lui il vero demone… mentre quelli veri continuano a farsi i cazzi propri!

  16. Marco Blasutig E li vogliono portare la! :-(

  17. I fatti più inquietanti, danni permanenti, è meglio non mostrarli che disturbano il manovratore. https://www.facebook.com/224023974472221/videos/374912296050054/

    1. Inquietante! sicuramente da vedere!

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.