A proposito di Penati

Aveva promesso di rinunciare alla prescrizione e poi non l’ha fatto. Ora dice che le richieste del magistrato che ne chiede 4 anni di condanna è “preconfezionata”. Ma quello che è peggio è che alla fine Penati sembra che non lo conosca più nessuno. Mi ricordo (ero in quel Consiglio Regionale) gli atteggiamenti servili e invece ora Filippo Penati è diventato una “questione privata”. A posto così. 

13 commenti su “A proposito di Penati”

  1. Io mi ricordo solamente, in “piccolo”, se può esistere un “piccolo” al riguardo, l’emissario dal lui inviato a Rozzano che turlupinò un bel po’ di gente,m prima di disvelarsi ciò che fu il precedente sindaco di Rozzano, ormai da anni ‘penatizzata’…

  2. ricordo la desolante scena davanti al tribunale di Monza, con il giudice che chiede all’avvocato di Penati notizie del suo cliente: “avvocato è l’ultimo giorno per rinunciare alla prescrizione, sempre promessa e annunciata dal suo cliente, dov’è?” “mi scusi ma al cellulare risulta irreperibile”. che figura…

Rispondi a Giovanni Maganuco su Facebook Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.