Mohammed scampato da quel Sudan in cui la guerra ha trasformato le strade in un carpaccio di uomini, donne e bambini. Poi morto di pomodoro

Raccolta pomodori-2Ogni tanto qualche articolo mi sgorga dal cuore. Dovrebbe essere una debolezza, dicono, e invece scrivere così è una di quelle cose che mi dà più senso.

Morire di pomodoro mi è nato così.

(clic)

7 Risposte a “Mohammed scampato da quel Sudan in cui la guerra ha trasformato le strade in un carpaccio di uomini, donne e bambini. Poi morto di pomodoro”

  1. Quanti Mohammed ci sono stati e quanti ce ne saranno ancora! Pomodori, arance, secondo la stagione tanto i Pippi’ di turno non pagano mai abbastanza e le istituzioni stanno a guardare! Una volta che si spengono i riflettori tutto procede come sempre!

  2. Cosa può fare un cittadino qualunque di fronte ad ingiustizie del genere? A chi si può appellare? Scusate la domanda ingenua, ma morire “di pomodoro” e di disumanità, aggiungo io, mi sembra un’atrocità senza fine

  3. ti è nato bene !!! fa effetto induce a riflessione !!!

  4. L’ispettorato del lavoro non controlla molto neanche in fabbrica, figuriamoci se va dai mafiosi italiani.

  5. quante ingiustizie, e quanta rabbia :(

  6. gli ispettorati del lavoro dove sono??sono decenni che utilizzano sistemi criminali.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.