La nuova Unità riesce ad innervosire anche Mucchetti (PD)

unità-chiusaIo non so se vi è capitato di leggere ultimamente una copia de l’Unità “rinata” nel ventre del renzismo. Se non avete avuto occasione di leggerla, beh, buon per voi e per la vostra ecologia intellettuale ma se ne avete sentito parlare forse vi siete già accorti di come improvvisamente anche Emilio Fede esce riabilitato dal giornalismo sdraiato del quotidiano fondato da Gramsci. Massimo Mucchetti (ex vicedirettore del Corriere della Sera nonché senatore del PD) ha scritto una lettera al direttore. Vale la pena leggerla:

“Caro direttore, perché non ti fai un paio di giri da noi, ai gruppi Pd del Senato e della Camera”. Inizia così una lettera al vetrioli indirizzata dal senatore Democratico Massimo Mucchetti al direttore dell’Unità Erasmo D’Angelis.

“Sai – continua l’ex vicedirettore del Corriere della Sera – i primi giorni della tua direzione hanno suscitato un certo stupore in chi crede che un giornale italiano – anche un giornale di partito – non debba mai dare impressione di imitare la Pravda. E invece il commento di oggi alla bocciatura della delega al governo sul canone Rai ha indotto un mio vecchio collega a chiedermi: “Ma quel Frulletti lì non sarà mica stato a scuola da Cernenco?”. Cernenko, capisci, non Stalin o Breznev: Cernenko”.

“Il direttore de l’Unità – ho ricordato all’immemore – è passato dalla redazione del Manifesto – chiosa Mucchetti – i brividi dell’eresia li ha provati in gioventù. Adesso segue l’etica della responsabilità. I lettori vanno formati, non informati; vanno galvanizzati, mica depressi”.

72 Commenti

  1. ….e chi è stato lo si sa.La salma di Gramsci non si trova più nella tomba.Fare il conto dei gattopardi di sinistra è un’impresa impossibileNiente di nuovo,comunque:Partirono incendiari e finirono pompieri…Continua la saga dei TENGO FAMIGLIA e dei TENGO FAMIGLIE. Anche la tomba di Montanelli è vuota

  2. A meno che non si hanno beni al sole tutti dobbiamo guadagnarci la pagnotta, chi se la guadagna con la penna e la lingua, e chi nei luoghi di lavoro. Ma ci sono anche lingue e penne e cervello che vendono il tutto al miglior offerente o se si preferisce padroni. Certi Cavalli di razza pura, della sapienza s’intende, ne sanno qualcosa, vero
    Signor Cavalli e Ill.mo Scrittore?!

  3. Per onestà intellettuale va citata anche la risposta del direttore pubblicata accanto che invita Mucchetti a farsi un giro tra la gente delle Feste dell’Unità e non tra le poltrone parlamentari. Inoltre andrebbe smmesso che questa lettura é pubblicata proprio dell’Unità smentendo chi la taccia di pensiero unico renziano. Nello stesso numero veniva intervista Speranza che con richiamo in prima dichiarava: Non siamo passacarte di Palazzo Chigi.

  4. Le cose sono di chi se le compra!!! Se io pago la campagna elettorale di un politico, quel politico fa quello che gli dico io, e se fa una cosa a favore degli altri mi posso anche far rodere il culo. Voglio dire…. se le persone non si interessano della politica, la politica troverà qualcuno che si occuperà di lei!!! Totò ce lo ha già detto chiaramente con un film….. ah già ma era solo un comico!!! https://www.youtube.com/watch?v=Gq-KH4ra7FA

Rispondi