La nuova Unità riesce ad innervosire anche Mucchetti (PD)

unità-chiusaIo non so se vi è capitato di leggere ultimamente una copia de l’Unità “rinata” nel ventre del renzismo. Se non avete avuto occasione di leggerla, beh, buon per voi e per la vostra ecologia intellettuale ma se ne avete sentito parlare forse vi siete già accorti di come improvvisamente anche Emilio Fede esce riabilitato dal giornalismo sdraiato del quotidiano fondato da Gramsci. Massimo Mucchetti (ex vicedirettore del Corriere della Sera nonché senatore del PD) ha scritto una lettera al direttore. Vale la pena leggerla:

“Caro direttore, perché non ti fai un paio di giri da noi, ai gruppi Pd del Senato e della Camera”. Inizia così una lettera al vetrioli indirizzata dal senatore Democratico Massimo Mucchetti al direttore dell’Unità Erasmo D’Angelis.

“Sai – continua l’ex vicedirettore del Corriere della Sera – i primi giorni della tua direzione hanno suscitato un certo stupore in chi crede che un giornale italiano – anche un giornale di partito – non debba mai dare impressione di imitare la Pravda. E invece il commento di oggi alla bocciatura della delega al governo sul canone Rai ha indotto un mio vecchio collega a chiedermi: “Ma quel Frulletti lì non sarà mica stato a scuola da Cernenco?”. Cernenko, capisci, non Stalin o Breznev: Cernenko”.

“Il direttore de l’Unità – ho ricordato all’immemore – è passato dalla redazione del Manifesto – chiosa Mucchetti – i brividi dell’eresia li ha provati in gioventù. Adesso segue l’etica della responsabilità. I lettori vanno formati, non informati; vanno galvanizzati, mica depressi”.

72 pensieri su “La nuova Unità riesce ad innervosire anche Mucchetti (PD)

  1. L””Unita”’ è rinata con i soldi dei ricchi e per questo non può essere come quella di Gramsci. Stesso discorso per il ”Corriere della Sera ””in mano a vecchi capitalisti del famoso ”’salotto buono di Cuccia……dove comandano i soldi non esistono giornalisti e giornalismo.

  2. Essere contro un giornale cosi accanito è essere contro la stampa…mi meraviglio che un giornalista, se tu lo sei si comporta in questa maniera, neanche Fede si comportava come te, posso capire dissentire ma scagliarsi contro cosi è da fascisti…e per questo ti considero un fascista, ti pensavo un personaggio equilibrato ma oggi ho capito che sei solo un megalomine fascistello.

  3. Nessuno di quelli Che ha fatto commenti ha mai comprato l’unita’ prima, e’ del tutto évidente. E fatevi un Giro alle feste dell”unita’ come suggerisce il direttore dell’unita’ medesimo a Mucchetti, Che Bella sua vita ci e’ andato poche volte e credo mai a lavorate. E capirete cosa pensa il popolo del Pd , quello vero.

    1. Io sono stata sempre una costante lettrice dell’unità e da quando inviava i suoi articoli Tina Merlin giornalista bellunese. quindi posso fare una critica comparata e ripeto non comprerò più l’unità portavoce a critico del governo Renzi

  4. In fatto di imparzialità abbiamo tutti da imparare ed anche tu Giulio quante notizie non commenti se le stesse mettono in buona luce movimenti che non rientrano nelle tue simpatie…se vogliamo un’Italia migliore dobbiamo saper riconoscere i meriti di tutti aldilà degli schieramenti. L’Unità era fallita e se è risorta avrà “debiti” da pagare e, a prima vista, li sta pagando!!!

  5. Ebbene sì, l’ho letta e ho negli occhi l’immagine di Gramsci trasformato in trivella a furia di rigirarsi. Anche oggi il “cambiaverso” fa bella mostra di sé: sulla prima pagina il ricordo della strage di Bologna è relegato ad una riga in fondo, molto in fondo.
    Ora attendiamo fiduciosi la rottamazione della Rai e l’introduzione del nuovissimo modello Istituto Luce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.