L’ora di ribellarsi

Prendetevi un minuto:

3 Commenti

  1. Preoccupati a tifare, l’unica attività che ci coinvolge visceralmente, contro la cattivissima Germania (come se una sua parte politica fosse l’interezza del sistema culturale e sociale) qui da noi ci distraiamo volentieri dal guardare a cosa sarebbe normale, per esempio, un giornalismo sano, oggettivamente non di parte, che ricordi banalmente cosa è umano. E, sempre in Germania, si tiene presente cosa è illegale, sempre banalmente: pochi giorni fa un poliziotto ha ricordato ad un cretino che è reato fare il saluto a mano tesa. D’altra parte, quando si fa, e bene, il proprio lavoro spesso e volentieri si rischia la vita, si vive sotto scorta e molti idioti sono convinti sia un privilegio.

Rispondi