#Mafiealtrove. Un approccio culturale.

2-e1447713698786Un bel lavoro delle parole emerse durante il convegno “Fare le mafie fuori”. Lo pubblica il lavoro culturale qui.

“Come è possibile ri-conoscere un fenomeno mutevole e fortemente ancorato alle interrelazioni con i contesti locali, qual è quello mafioso? Quali caratteristiche dei nuovi contesti possono favorire le attività dei gruppi mafiosi in territori lontani da quelli di origine? In che modo, in definitiva, è possibile individuare e contrastare le attività mafiose oggi?
Studiosi, giornalisti, politici, amministratori, esponenti della società civile e magistrati si sono confrontati su questi temi durante il convegno “Fare le Mafie Fuori”, promosso dalla Fondazione Fondo Ricerca e Talenti.
Il lavoro culturale ha seguito l’evento. Ai diversi relatori abbiamo richiesto un breve intervento sui temi discussi. Ne è venuto fuori un glossario delle parole chiave emerse a Torino, curato da Vittorio Martone e Antonio Vesco. Un autore (o un gruppo di autori) per ogni voce: forme e registri diversi per restituire sguardi autorevoli sul riconoscimento (pubblico, giuridico, scientifico) delle mafie altrove.”

Rispondi