Il Paese irredimibile: a Castelvetrano si applaude il cognato di Messina Denaro.

matteo_messina_denaro_re_N

Verrebbe voglia di urlarlo a tutta voce, di condividerlo e spedirlo per posta a tutti. Perché ogni volta che lasciamo passare un gesto del genere tutti noi siamo troppo poco vivi. A Castelvetrano si applaude in piazza all’arrivo in piazza del cognati di Matteo Messina Denaro. Quell’applauso ha lo stesso rumore dei piedi che sbattono in una pozzanghera di sangue.

La notizia è qui.

18 Risposte a “Il Paese irredimibile: a Castelvetrano si applaude il cognato di Messina Denaro.”

  1. http://www.lavocedinewyork.com/Toto-Cuffaro-trattato-peggio-di-Renato-Vallanzasca-/d/15784/ …. Eccone un’ altro che “applaude” …. dice che Totò Cuffaro, condannato a 7 anni per favoreggiamento alla mafia, ha commesso solo una BANALE LEGGEREZZA che poi è consistita nel l’aver avvisato Giuseppe Guttadauro, un boss capo mandamento palermitano, che il ROS gli aveva messo le cimici in casa. Banale leggerezza, capito ? … e già ma tra qualche giorno Cuffaro esce e i servi cominciano ad uscire allo scoperto. Davvero un paese irredimibile

    1. In Italia non si è abituati a vedere un condannato scontare la pena detentiva. I danni fatti dalla gestione Cuffaro in Sicilia sono stati molteplici, a cominciare dalle partecipate che hanno fatto sprofondare la regione in un baratro di debiti difficile da risanare e in un carrozzone clientelare.

  2. L’ignoranza fa più danni delle armi

  3. Giulio hai ragione, bisognerebbe gridarlo e magari anche condividere in massa questi post forti di denuncia. Ma quando tu scrivi per difendere la giovane musulmana con il cartellone hai 3000 mi piace e centinaia di condivisioni. Quando scrivi di Messina Danaro è tutt’altra faccenda … il mouse scorre veloce oltre. Meglio non immischiarsi con “certe faccende” … un paese davvero irredimibile che non merita la libertà che pretende

  4. Questa “cultura” del sud che applaude ai mafiosi, o che osteggia i carabinieri quando fanno gli arresti, quando finirà ?
    E poi è inutile che facciamo i moralisti con le persone straniere, guardiamoci in casa.

    1. Lei ha ragione senz’altro ma se al sud applaudono al nord ci vanno a cena amabilmente … l’animo umano non cambia …

    2. come scrisse un mio concittadino: ci sono uomini, mezz’uomini, ominicchi e infine i quaquaraquà e di quaquaraquà ne è pieno il mondo

  5. Bisognerebbe capire chi ha applaudito, non certo persone oneste a cui fa schifo la mafia

    1. Sa cosa le direbbero gli applauditori di oggi ? … che loro stimano la “persona” la quale naturalmente non è affatto mafiosa …

    2. Chi “applaude” è obbligato ad applaudire, perchè ha degli obblighi nei confronti degli arrestati. Non è una cosa casuale o spontanea lo disse tempo fa in un’intervista un giudice molto noto nella lotta alle mafie.

  6. e allora, quelli che fanno le manifestazioni contro la mafia….facessero qualcosa di concreto!

    1. tipo denunciare il padre o lo ziomafioso

      1. Hai perfettamente ragione e magari molti la pensassero come noi nei posti sottomessi alle varie mafie esistenti in questo incivile Paese dove pochissimi hanno il senso di cosa sia un Paese realmente democratico, compreso il suo Presidente che scandalosamente stasera non sarà presente alla Prima della Scala. Teme forse che gli tirino pomodori marci dal loggione come si usava fare nei secoli scorsi? E questo “omuncolo” crede di rappresentare così gli italiani? Di certo io no!!!

    2. tipo non ricorrere al padrino di turno per chiedere un posto di lavoro, ad esempio…o denunciare un parente mafioso..o hai le palle o fai la “sfilata ” con lo striscione: “Siamo tutti mafiosi”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.