Il pentito che scotta: «Attilio Manca fu ucciso da un uomo dei servizi segreti»

C’è un verbale che potrebbe (finalmente) riaprire la vicenda sulla morte di Attilio Manca, l’urologo siciliano che avrebbe operato Bernardo Provenzano e per questo sarebbe stato ucciso. Il pentito D’Amico ha rilasciato dichiarazioni (verbalizzate) in cui dichiara che “u calabresi” (detto anche “u bruttu”) era un uomo dei servizi segreti specializzato nell’inscenare finti suicidi. Attilio Manca, dice il pentito, sarebbe stato ucciso perché avrebbe curato in gran segreto il boss Bernardo Provenzano grazie alla mediazione dell’avvocato barcellonese Saro Cattafi.

Arriverà la verità. Goccia dopo goccia. Ma arriverà.

12 Risposte a “Il pentito che scotta: «Attilio Manca fu ucciso da un uomo dei servizi segreti»”

  1. Questa è la prova che apparati dello stato hanno garantito la latitanza ai grandi boss della mafia.

  2. Incrociamo tutti le dita. Questo medico. meraviglioso lo merita e sopratutto la famiglia

  3. Non mollare, sono storie indegne!

  4. Giustizia e verità per Attilio!

  5. Sono anni che ne parlano a chi l’ha visto.
    Povero ragazzo. ..

  6. se niente cambia non cambia niente….

  7. Molti misteri avvolgono l’Italia. A distanza di anni nel nostro Paese non si conosce la verità su omicidi, stragi di stato, collusioni ed intrecci tra poteri forti e organizzazioni mafiose. Quando in Italia potrà venir fuori tutta la verità su casi e misteri non conosciuti e ristabilire la Democrazia? E’ arrivato il tempo che vi sia una vera rivoluzione delle nostre Istituzioni togliendo i segreti di stato e dare più trasparenza nei vertici che li governano

  8. Loro 100 candeline di merda. Noi 100 passi lenti

  9. Loro 100 candeline di merda. Noi 100 passi lenti

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.