#FamilyDay oltre ai numeri falsi hanno letto anche le parole (false) del rabbino (vero)

bugia

Tronfio il tipo è salito sul palco e ha annunciato di avere un messaggio da leggere da parte del rabbino capo di Roma Riccardo Segni. «La vostra manifestazione è importante. Perché serve a sottolineare che non venga “stravolto” il concetto di famiglia “già carente di certezze”. I bambini non sono animali da esperimento».

E potete immaginare gli applausi di quelli che incassano l’adesione di una personalità religiosa di tale caratura. E invece no: il rabbino smentisce categoricamente, nega di avere mai scritto quel messaggio e tantomeno di avere inviato presunte adesioni alla manifestazione.

Vorrebbero imporci la loro visione di etica e intanto sono dei perecottari mistificatori. Oltre ai numeri hanno falsificato anche le parole. Bravi. Avanti così.

50 Risposte a “#FamilyDay oltre ai numeri falsi hanno letto anche le parole (false) del rabbino (vero)”

  1. Che poi considerando che la metà erano neofascisti di quelli che sbattono svastiche sui muri della città, chissà come hanno apprezzato

Lascia un commento