Su Bedori, Milano e M5S

bedori

Credo di non avere mai conosciuto nella mia (piccola) esperienza politica un candidato che rinunci a fare il candidato sindaco di Milano. Una persona che non accetti di stare sotto ai riflettori, apparire sui giornali, godere di un protagonismo collettivo con ricadute assolutamente personali: a me sta simpatica la Bedori che si ritira dalle elezioni milanesi. Lo trovo un gesto di umiltà e poesia. E non me ne frega niente se qualcuno mi suggerisce che la decisione sia nata da altri o cos’altro: le candidature a sindaco sono i blocchi di partenza e l’esibizionismo di tante pochezze. Lei ha rinunciato. Punto.

56 Risposte a “Su Bedori, Milano e M5S”

  1. Vediamo di trovare un candidato che possa battere Sala.

  2. Amico , basta libro cuore : l’hanno convinta a lasciare ……….!!!!!!!!!!!

  3. Per fare il sindaco a Milano non ci vuole solo un bel curriculum ma anche una personalità forte..mi dispiace sarà anche stata preparata ma non era la candidata giusta

  4. Come qualche compagneros ha scritto: “poveri noi”….
    Se si candida, poi si ritira per motivi non mediaticamente accettabili. Allora cerchiamo di interpretare le reali motivazioni… Dico, why not? In fondo le preferenze on line son come i voti cinesi. Finti…
    Come si dice a Milano, el cú.. L’è no el cù (sorry)

  5. Un gran peccato avevo riposto stima e fiducia in Lei. In bocca al lupo comunque !

  6. Energia sprecata. Sappiamo benissimo che a Milano se la giocano Sala e Parisi. Il M5S no h i numeri per arrivare al ballottaggio, nemmeno se candidasse Chuck Norris. Meglio concentrarsi su Roma, e magari, forse, ma molto forse, Torino…

  7. una vera donna la Bedoni, grande dimostrazione dello spirito grillino, che dovrebbe animare ogni candidato nei suoi comportamenti; si è resa conto, toccando con mano, che non basta essere dotati di buon senso ed onesta’..occorre avere un fegato forte ed uno stomaco che digerisca i sassi per diventare sindaco di una grande città come milano,dove gli appetiti sono forti e la lotta non è leale,ma infida e senza esclusione di colpi….ora ci vuole un candidato con lo stomaco di ferro,che però resti umano.

  8. una vera donna la Bedoni, grande dimostrazione dello spirito grillino, che dovrebbe animare ogni candidato nei suoi comportamenti; si è resa conto, toccando con mano, che non basta essere dotati di buon senso ed onesta’..occorre avere un fegato forte ed uno stomaco che digerisca i sassi per diventare sindaco di una grande città come milano,dove gli appetiti sono forti e la lotta non è leale,ma infida e senza esclusione di colpi….ora ci vuole un candidato con lo stomaco di ferro,che però resti umano.

  9. Per me a sbagliato chi più di lei che è casalinga sa come far andare avanti …..Milano era troppo per lei o forse si nasconde qualcos’altro. …..o dubbi

  10. Sarà, ma le manca la professione e per fare l’amministratore di una città come Milano, bisogna avere competenze, non consulenti.

  11. Mi piace moltissimo,l’ho anche conosciuta di persona, una donna semplice,ma anche forte nello stesso tempo, mi spiace tanto che si e’ ritirata

  12. Credo comunque che fosse un’impresa troppo grande per lei. Mi sembra una saggia decisione.

  13. Si ma allora cosa si era candidata a fare?Dove viveva,su un altro pianeta?Mah…

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.