Non si può volere e pensare nel frastuono assordante

peppinoimpastato

Un mare di gente
a flutti disordinati
s’è riversato nelle piazze,
nelle strade e nei sobborghi.
E’ tutto un gran vociare
che gela il sangue,
come uno scricchiolo di ossa rotte.
Non si può volere e pensare
nel frastuono assordante;
nell’odore di calca
c’è aria di festa

(Peppino Impastato. Sì, proprio lui.)


Also published on Medium.

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.