Libri, Salvini e Coca Cola

secondo_matteo_matteo_salvini

Siccome ci tengo ad approfondire vi consiglio un post:

Non è facile, non è per niente facile.
La linea che ormai seguo da un po’ è quella di condannare violenze e razzismi in genere, da qualunque parte vengano, di qualunque colore siano, perché essere di sinistra vuol dire esserlo dentro, al di là del colore politico indossato, al di là degli schemi in cui vi piace tanto autocatalogarvi.
Sarebbe facile, in realtà, perché i simpaticoni che ieri hanno strappato copie del libro di Salvini sono degli idioti tout court e su questo non ci piove, non fosse altro perché hanno fatto esattamente il gioco del nostro populista preferito che, e qui mi attirerò gli insulti di molti, stupido non è: perché, altrimenti, sarebbe andato proprio a Bologna, la città che storicamente lo detesta e lo dimostra nella maniera più visibile possibile?
Bene o male, l’importante è che se ne parli, è una massima che lui ha studiato benissimo e che voi, dall’altro della vostra maglia del Che indossata sotto la kefiah continuate ad ignorare, accecati dai vostri ragionamenti di pancia e dall’illusione che davvero ci sa qualcuno che segue le vostre lotte mentre, stravaccati sul divano, twittate che quelli di Hobo Hanno fatto bene!!!!!.
Prima 
di compiere determinate azioni, andrebbe ripetuta una piccola domanda: cui prodest?
Giova a Salvini, che adesso può dire che i fascisti siete voi, perché sì, avete compiuto un gesto totalitarista come quello di strappare dei libri per impedire ad altri di leggerlo, per nulla diverso da quello di versare della Coca Cola su dei fumetti poco graditi.
Giova a Maroni, che adesso ha potuto dire che i leghisti sono i nuovi partigiani con degli imbecilli che gli hanno anche dato ragione, noncuranti dei partigiani veri che hanno preso a far le trottole nelle loro tombe.
Giova a chiunque abbia mandato via la sinistra dal Parlamento, perché così viene data l’immagine di una sinistra immatura, incapace di esprimersi se non a schiamazzi e sberleffi, con Salvini (ancora lui) che può atteggiarsi a superiore agli occhi dei più (facciamocene una ragione, non tutti leggono i commenti su Facebook dei seguaci di Salvini, M5S e compagnia, e noi che ragioniamo più di cinque minuti su qualunque cosa siamo una sparuta minoranza).
Giova, e qui chiudo anche se potrei andare avanti, alla Lega e ai suoi seguaci.
E fin qui la parte facile: vi lascio però con un dubbio.

(continua qui)


Also published on Medium.

37 commenti su “Libri, Salvini e Coca Cola”

  1. Il vero dramma non è aver strappato pagine del libro del PIRLA populista, ma non aver continuato in tutte le librerie e di tutte le copie,
    Uno come Salvini va osteggiato sempre comunque e con ogni mezzo, togliere spazio.

  2. Solo una riflessione signori. Premetto che non sono Fascista (non fatevi ingannare dal mio avatar, amo i film splatter dell’orrore) non sono di sinistra, non sono un 5s, sono solo un poveraccio che continua a pagare tasse e lo stato mi tiene vivo solo per quello.

    1. Commento in quanto autore dell’articolo condiviso: non intendo nessuna strizzata d’occhio a nessun vandalismo, la mia condanna al gesto è esplicita e totale. È solo una riflessione, un dubbio volutamente lasciato senza risposta, perchè ognuno si dia la sua.

    1. Studiare, leggere, informarsi ed informare! Ma sopratutto PARTECIPARE perché scrivere su FB non è come spendersi in prima persona: fare attività sociali, volontariato e politica, che non è una cosa brutta, anzi!

  3. Sarò banale ma penso ai poveri librai (o ai poveri commessi da mediastore, non ho capito che tipo di libreria fosse) che già se la vedono brutta.
    Per il resto è proprio così, Salvini sta facendo di tutto (riuscendoci senza grande sforzo ) per crearsi buone occasioni per dire che i fascisti sono gli altri.

  4. quando si parte con l’intento di provocare,prima o poi qualcuno ti ci fa stare.Detto questo,un polverone x due pagine di una merda di libro strappate,ma assoluto silenzio sulle sue continue predicazioni razziste e intolleranti che ci propina ogni sera in ogni salsa televisiva.A me non fa compassione.!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.