Il conato in difesa di Dell’Utri

Sta succedendo qualcosa, anche se sembra non accorgersene nessuno: sta partendo una lurida campagna per chiedere a Mattarella la grazia per Marcello Dell’Utri. Il giochino è semplice: Il Giornale e Libero che cercano di intervistare qualcuno sedicente di sinistra (sono gli unici che credono ancora a Sansonetti, per dire) e continuano ad attaccare il reato di concorso esterno mafioso. Qui trovate un vigliacco esempio.

E allora ci vorrà tutta l’intelligenza e il sapere per contrastare una campagna di di disinformazione. Tutta. Per questo L’amico degli eroi ora diventa un lavoro sui cui mi spenderò ancora di più. Ancora più a lungo.

Intanto, se volete, qui trovate il nostro libro e qui tutte le informazioni per venirci a vedere a Milano.


Also published on Medium.

26 commenti su “Il conato in difesa di Dell’Utri”

  1. Concordo che sia una manovra vergognosa ma sinceramente in un paese come il nostro dove il potere dei media regna sovrano favorito da un’ignoranza dilagante, mi auguro che tutto vengano presto allo scoperto perche’ solo davanti ad eventi cosi’ scandalosi la coscienza addormentata dell’italiano medio si sveglia…

  2. Le mafie fanno comodo a tutti
    All antimafia che senno si ritroverebbe professionisti disoccupati
    Alla politica tutta che sfrutta pacchetti di voti preconfezionati
    Al giornalismo d inchiesta che gode di materiale sempre fresco
    Agli imprenditori prenditori
    Tutti.

  3. Se non fossero scesi in piazza studenti e genitori a testimoniare la loro solidarietà, il professore di Bergamo sarebbe ancora disoccupato per una pisciata fatta di notte, in zona isolata, più di dieci anni fa. Questo giornalaio invece, invoca la grazia al presidente per l’individuo che tutti conosciamo. Ma di cosa stiamo parlando?! Vuoi vedere però, che forse forse sarà ascoltato?

  4. La mafia cosa é? Nonostante le evidenti azioni mafiose abbiamo organizzato l’expo e tutti felici siamo andati a visitarlo, contava farlo ad ogni costo; uno dei partiti piú in voga ha il leader che a palermo dichiara “la finanza ha fatto degenerare la mafia che era nata con buono propositi” (beppegrillo). L’italia e la mafia sono inscindibili ormai.

  5. Come si dice: a pensar male…
    Io ho subito pensato ad un “malore ad hoc” in concomitanza con la rappresentazione del monologo nelle città più importanti.
    Dopo Napoli ecco Milano…
    E se i più magari non conoscono lo spettacolo o di cosa tratti, credo che i titoli di questi giornaletti non impiegheranno molto tempo a parlarne, in difesa dell’amico degli eroi.

  6. Come si dice: a pensar male…
    Io ho subito pensato ad un “malore ad hoc” in concomitanza con la rappresentazione del monologo nelle città più importanti.
    Dopo Napoli ecco Milano…
    E se i più magari non conoscono lo spettacolo o di cosa tratti, credo che i titoli di questi giornaletti non impiegheranno molto tempo a parlarne, in difesa dell’amico degli eroi.

  7. Ce ne stiamo accorgendo eccome Giulio. Ma il nuovo giornaletto per cui scrive Sansonetti sappiamo bene da chi è finanziato … l’ordine nazionale degli avvocati nientemeno. Pensa tu che obiettività. Chiedere la Grazia a Mattarella ? vorrei proprio vederlo il figlio di Bernardo Mattarella che concede la grazia ad un colletto bianco colluso con la mafia. Sarebbe davvero la fine del mondo della comicità. Ci vediamo a Milano, in Teatro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.