Mongolfiera mafiosa e il sindaco vuole anche le scuse

Ne avevo scritto per Left qui della mongolfiera intestata alla mafia.

Ora il sindaco, pensa te, vuole le scuse di quelli che hanno denunciato l’accaduto.

“La mafia è un parolone e sono convinto che non ci sia a Valenzano

Ha detto così, il sindaco Antonio Lomoro. Bravo complimenti. Evviva.


Also published on Medium.

5 Commenti

  1. Piccola parentesi. A Napoli, nel 2005 (se non vado errato), secondo un sondaggio, risultò davvero che il problema principale fosse il traffico. Il sondaggio era parzialmente pilotato (ovvero c’erano alcune opzioni tra cui era possibile scegliere, che comprendevano presenza di immigrati, sicurezza ecc. ma non problemi di camorra o altro… ovviamente anche il problema dei rifiuti non era contemplato) e alla fine risultò che il problema più grande della città era il traffico. Ciò che in un film di Benigni può risultare comico tanto è surreale, nella comunicazione politica può divenire realtà senza che nessuno si accorga di nulla. Ho letto di ciò nel libro “Scrofole e re” di Ciro Tarantino che ho studiato per un esame alll’università. Analizza le mosse della comunicazione politica relativamente ad alcuni fatti avvenuti in sud Italia, non senza una certa dose di sarcasmo, e ne trae una serie di riflessioni anche su fenomeni attuali come il neoliberalismo, televisione, mentalità popolare, piccole follie e quant’altro.

Rispondi