La satira secondo il PD

Sergio Staino ha detto sulla vignetta di Charlie Hebdo: «Neanche un ubriaco o il pazzo di quartiere farebbe una cosa simile, che senso ha? Quando ti metti al tavolo per disegnare qualcosa o c’è un senso in quello che fai o meglio non farlo tanto per offendere qualcuno. E’ tempo speso male. Ripeto, sarebbe meglio non parlarne. Altrimenti si fa il loro gioco.». Lo potete leggere qui.

Poi ha disegnato la vignetta qui sopra per perculare la Raggi e il M5S. Ecco. Appunto. Vedere per credere.

 


Also published on Medium.

51 Risposte a “La satira secondo il PD”

  1. …post + che intelligente … non difficilissimo da capire …

  2. Cosa centra questa vignetta con quella di Charli Hebdo..poi cosa centra la satira di Staiano con il P.D. nn mi risulta che Staiano ne sia diventato il segretario…il livore offusca la ragione..occupati di quello che stanno combinando i tuoi amici Cinquestelle a Roma sarebbe più attuale ed interessante.. ma forse per te è sconveniente parlarne..

  3. Sergio staino è un povero rincoglionito.. Su r24 la mattina presto ti fa venire da piangere

  4. Caro Giulio, l’intento di buttare in burletta la vignetta “capostipite” potrei anche apprezzarlo. Ma l’esito, cioè L’ormai inveterata ossessione contro laparte politica che vedono come una minaccia al loro potere è degna solo di commiserazione.

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.