Intanto Giulio diventa muffa

Anche se è sabato e non è giorno da “buongiorno per Left” alla fine non potevo non scrivere di Giulio Regeni. Il silenzio no, non possiamo permettercelo.

Lo trovate qui.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.