«Tra politica e mafia non è cambiato nulla»: parla Rosaria Capacchione (PD)

In una intervista nella redazione di Fanpage, la senatrice del Partito Democratico, la giornalista Rosaria Capacchione, spiega la sua scelta di non ricandidarsi alle prossime elezioni: “Il mio impegno non serve, ero più utile quando facevo la giornalista. Non ho bisogno del vitalizio da parlamentare e probabilmente ero più utile prima – spiega la senatrice – Renzi ascolta solo chi ha grandi pacchetti di voti, non c’è malafede in questo: il problema è che semplicemente non capiscono certi temi”. Sull’impegno contro le mafie dice: “Io credo che le persone si siano stufate dell’antimafia, c’è un linguaggio vecchio e si pensa che l’antimafia serva solo per la carriera”. La Capacchione spiega come le mafie abbiano trasferito all’estero molte attività agevolandosi di legislazioni che non sono adeguate a combattere i fenomeni mafiosi e sul rapporto tra mafia e politica dice: “Non è cambiato nulla, è tutto uguale”.

 


Also published on Medium.

10 Risposte a “«Tra politica e mafia non è cambiato nulla»: parla Rosaria Capacchione (PD)”

  1. Una persona pulita!! In mezzo al letamaio.
    Buona vita Signora…..con tutto il mio cuore.

  2. L’ipocrisia di coloro che a parole fanno i paladini dall’antimafia. Nei fatti opportunisti senza coscienza, con grossi vuoti di dignità. Politici incoerenti, giornalisti moralisti, con la memoria a corrente alternata. Sono la rovina dell’Italia. Dovrebbero andate a lavorare in fabbrica a rompersi la schiena per 800 euro al mese di stipendio. Le auguro che la vita la ripaghi per come si merita.

  3. Di fronte a tali dichiarazioni sale lo sgomento e lo sconforto, ma non possiamo arrenderci…!

  4. Non ascoltano neppure Grattieri

  5. Ho stimato la giornalista meno l’ingresso in politica che l’hanno portata solo a spinge il tasto senza rispondere più alla penna che ha segnato una pagina importante della cronaca nel casertano.
    Spero che ritorni alla penna e lasci perdere quel tasto che poco rende alla propria coscienza se non ci si ribella ai propri capi

  6. Dovrebbe spiegare perché ha votato a favore della modifica del 416ter con cui è stata ridotta la pena del 41% e reso inservibile l’intero articolo.

  7. Speriamo che essendo una giornalista le sia permesso di lavorare ancora senza pagare le conseguenze che toccano a chi dice la verità

  8. Anche Michela Marzano ha esplicitato la sua grande delusione nello svolgere il lavoro di parlamentare nel quale credeva molto e che le costa molti sacrifici e non vede l’ora che per lei finisca, delusa da come vanno le cose …..:(

    1. anche Franca Rame lasciò il Senato schifata da quello che aveva visto …

Lascia un commento