Il PD? «Un partito prostrato», parola del ministro Andrea Orlando

Ecco il video raccolto da Alberto Sofia per Il Fatto Quotidiano:

Utile per chi, in queste ore, sta parlando del caso di Palermo con la “sufficienza” di chi ci vorrebbe insegnare che “in politica servono i numeri” senza tenere conto del valore delle idee.

Spendete un minuto. Ne vale la pena.


Also published on Medium.

11 Risposte a “Il PD? «Un partito prostrato», parola del ministro Andrea Orlando”

  1. Problemi ad andare in bagno? :)))

  2. Ipocrisia a buon mercato

  3. Maria Ausilia Chiaramonte dice: Rispondi

    Giulio, il precedente messaggio è andato incompleto..va beh.
    Stavo scrivendo che ieri i genitori dell’alunna disabile che seguo a scuola a Ragusa, sono andati dalla mia dirigente scol.ca a dirle che la figlia viene a scuola volentieri perché sorride sapendo che ci sono io ad aspettarla. Hanno aggiunto che sono dispiaciuti che io chieda il trasferimento in altra sede xchè è la prima volta che vedono felice la loro figlia (certo le faccio imparare l’italiano con le canzoni e la mia chitarra acustica e poi gioco tanto con lei senza permettere a qualche impicciona di assistente o alla collega coord.ce di importunarci). Devo ammettere che è stata una bella soddisfazione in mezzo a tutti i veleni che mi sorbisco. Sti giorni al ritorno da Milano mi sono beccata l’influenza e sono a casa per malattia, ma a leggere e scrivere e lontana dai veleni del luogo di lavoro. Sono stufa di gente priva di buonsenso

  4. Maria Ausilia Chiaramonte dice: Rispondi

    Giulio, sapess

  5. Maria Ausilia Chiaramonte dice: Rispondi

    ..cá siemu tutti
    a puntu rí scassari

  6. Maria Ausilia Chiaramonte dice: Rispondi

    ultima parte del canto siciliano(manca un rigo)
    ..a nui tocca sempri rí capiri,
    ma nun si sapi quannu á finiri!
    Uncia e riuncia
    comu am’ha fari
    cá dirmi tutti
    a puntu rí scassari!

  7. Maria Ausilia Chiaramonte dice: Rispondi

    a tal proposito Giulio ti scrivo il testo di un canto siciliano, composto anni fa da un mio caro amico che è mancato a causa di un cancro allo stomaco:
    “Siemu fatti ri acqua e ri terra
    amari á Paci e odiari la guerra
    e ‘n sciusciunieddu (un alito di vita) ppí trasciuniarini,
    tanticcia rí sali p’arriniscirini.
    Taliari e sapiri, tastari e capiri
    u’ vautu e u’ vasciu,
    vicinu e luntanu
    p’aviri scienza, misura e cuscienza,
    parola e prisienza e
    siri cuntentu;
    travagghiu e n’arrisu
    ppí cumpagnia e sacrifici
    ppí chista via.
    Ma quanti spini e sciddicuna,
    paroli cutti e quattru ‘mprugghiuna
    ammuccunu, arrirrunu
    e si ni futtunu
    ró puvirieddu
    e cú travagghia a cottimu;
    ceccunu paroli ri cumminari
    e cú num capisci
    sempri á paiari.
    Fanu li ligghi
    e iddi li fuiunu
    attaccunu ú poviru
    e nunn’ó sciuogghiunu.
    Ma quantu arrirrunu
    e fanu fistini
    sulu ppí niautri
    ruluri rí rini.
    A nui tocca sempri rí capiri!
    Uncia e riuncia
    comu am’ha fari
    cá siemu tutti
    a puntu rí scassari!

  8. Maria Ausilia Chiaramonte dice: Rispondi

    volevo scrivere : retorica ciceroniana

  9. Maria Ausilia Chiaramonte dice: Rispondi

    Un partito prostrato che??
    Prostrato sarà il popolo siciliano, che ne ha abbastanza di retorica coceroniana delle idee senza reale fondamento di questi politici massoni e mafiosi che pensano solo a sè stessi e a riempirsi le tasche di soldi sulle spalle della povera gente!! Altro che PD e company!

  10. e anche un pò prostituito.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.