Moretti lascia Leonardo-Finmeccanica e si prende 9,4 milioni di euro. I famigliari delle vittime di Viareggio intanto aspettano.

Mauro Moretti riceve da Leonardo “un’indennità compensativa e risarcitoria” pari a 9,26 milioni di euro, oltre alle competenze di fine rapporto. L’annuncio giunge dallo stesso gruppo, che sottolinea come “a tale indennità si aggiunge un importo di 180.000 euro a fronte di rinunce specifiche effettuate da Moretti nell’ambito della risoluzione del rapporto”. Gli importi saranno erogati entro 40 giorni dalla formalizzazione degli atti di cessazione del rapporto.

Una buonuscita da 9, 4 milioni di euro

“Tale attribuzione è stata determinata in linea con le disposizioni di legge e di contratto applicabili, nonché in conformità ed in coerenza con quanto indicato nella politica di remunerazione adottata da Leonardo con il coinvolgimento del Comitato per la Remunerazione”, spiega Leonardo nella nota, aggiungendo che il compenso è stato illustrato nella Relazione sulla remunerazione “approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 15 marzo 2017 e sottoposta, con esito favorevole, al voto consultivo dell’Assemblea degli Azionisti tenutasi in data 16 maggio 2017”.

Per Moretti nessun vincolo di non concorrenza

Moretti, condannato in primo grado a sette anni per la strage di Viareggio per il suo ruolo di amministratore delegato di Rfi, ha lasciato la guida di Leonardo ad Alessandro Profumo, che si è insediato col nuovo Cda martedì scorso. Stando a quanto evidenziato nel documento redatto dalla società, attiva nei settori della difesa, dell’aerospazio e della sicurezza, per Moretti “non è previsto alcun vincolo di non concorrenza successivo alla cessazione del rapporto e, pertanto, nessun corrispettivo sarà dovuto a tale titolo”.

Moretti: “Periodo fruttuoso”

Si è detto soddisfatto del rapporto anche l’ex Ad. Tre anni “belli, intensi e molto fruttosi”. L’ex amministratore delegato ricorda che “tre anni fa l’azienda era completamente diversa da quella che oggi potete valutare. Ci sono tutti gli elementi per vedere i grandi cambiamenti, trasformazioni e risultati raggiunti”. “Tre anni fa l’allora Finmeccanica era un’azienda impossibile da governare con le tante differenze e disarticolazioni che la caratterizzavano”, ha detto Moretti indicando le direttrici che hanno guidato il processo di riorganizzazione del gruppo con la rifocalizzazione sul core business dell’aerospazio, difesa e sicurezza e la ricostruzione della governance di un modello operativo e organizzativa “da azienda moderna e in grado di competere sul mercato”.

(fonte)


Also published on Medium.

18 Commenti

  1. ma gentiloni e company non si vergognano ad intervenire su simili porcate? Leonardo è azienda quasi pubblica, non si possono pagare 18 miliardi di vecchie lire ad una persona che pur valida ha fatto in azienda solo 2 anni. Intervenga Mattarella, non ne possiamo piu’ di vedere simili nefandezze quando gli Italiani no n arrivano a meta’ mese.Sperso tanto che vi vengono a prendere con i veri forconi nei vostri palazzi.

  2. Io sono io e voi non siete un cazzo!
    Per quanto mi riguarda, a questa gentaglia, sempre la stessa, e alle loro parti politiche di riferimento, non gli andrebbe dato più nemmeno un voto alle elezioni. Per protesta, anche chi si astiene, dovrebbe votare, per un turno solo, i cinque stelle e fargli capire che ne abbiamo le scatole piene di questa squallida ingiustizia!

  3. queste notizie dovrebbero essere messe in tutti i seggi quando si va a votare. “il tuo partito che ha governato fino a oggi è a favore di queste cose: sappilo!” Comunque la notizia non è una “notizia”: per questo paese è cosa di ordinaria “amministrazione”. Sarebbe stata una notizia sensazionale se questo personaggio fosse stato messo alla porta con tanto di risarcimento danni per lo Stato e mandato in pensione a 1000euro al mese.

Rispondi