A tutte le unità! Pubblicate l’abbraccio! Pubblicate l’abbraccio!


Oggi è tutto un pullulare della carezza del “poliziotto buono” tesa a consolare la donna eritrea (ha un nome: Genet) in piazza Indipendenza. Ma la narrazione di quella foto diventa propaganda. E questo, anche questo, è inaccettabile.
Continua a leggere


Also published on Medium.

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.