Renzi trova coraggio su Regeni. E sbaglia verso.

Dunque Matteo Renzi, il Matteo Renzi che è stato sempre così docile con Al Sisi e l’Egitto ha trovato il coraggio. Sarà la campagna elettorale.

Ma non conta solo l’inglese maccheronico con cui scrive il tweet («For Giulio Regeni we demand only the truth. Are the Prof of Cambridge hiding something? ») ma conta soprattutto il fatto che trova contro Cambridge il coraggio che non ha avuto con Al Sisi.

Uno scempio. Uno scempio di paraculaggine.

Perché, di certo, non è stata Cambridge a torturare Giulio. Sicuro.


Also published on Medium.

49 Commenti

  1. Mmm… senza voler siscutere della posizione di Renzi o di altri, se qualcuno finanzia o paga qualcun’altro perché faccia qualcosa per lui, per esempio raccogliere miele dalle arnie, e a quel qualcuno succede qualcosa di brutto, per esempio viene punto dalle api, le responsabilità non sono solo delle api…in particolare per me le piu’ significative sono quelle di colui che ha pagato/finanziato…tra l’altro in Italia si configurerebbe come datore di lavoro che potrebbe aver esposto a un rischio indebito o non gestito un proprio lavoratore…

Rispondi