Un manifesto per riqualificare gli edifici

Ricevo e sottoscrivo un appello che vale la pena leggere e condividere. Gli edifici in cui passiamo il 90% del nostro tempo sono un tema politicissimo di cui ci si occupa sempre troppo poco. Lo trovate qui.

  1. Adoperarmi affinché aumentino le riqualificazioni profonde degli edifici

    Occorre redigere e attuare efficaci piani e programmi per la riqualificazione degli edifici pubblici e privati, migliorando la Strategia Nazionale per la Riqualificazione Energetica del Parco Immobiliare (STREPIN) e il Piano per l’incremento degli Edifici a Energia quasi Zero (PANZEB), ed integrando le attività di comunicazione e incentivazione già esistenti con nuovi strumenti.

  2. Stimolare il Governo a migliorare le disposizioni sulle riqualificazioni profonde

    Occorre sviluppare specifiche ed appropriate indicazioni per gli interventi di ristrutturazione, per evitare che norme rigide e stringenti, concepite per gli edifici di nuova costruzione, risultino inapplicabili e quindi inefficaci per le riqualificazioni dell’esistente.

  3. Promuovere la cooperazione tra i diversi Ministeri competenti

    Le disposizioni per gli interventi sugli edifici attengono a competenze di diversi Ministeri (Sviluppo Economico, Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, Infrastrutture e Trasporti, Interno); occorre che questi ministeri lavorino insieme, e per questo può risultare utile l’istituzione presso la Presidenza del Consiglio di una struttura di missione per la riqualificazione del patrimonio edilizio.

  4. Instaurare un dialogo permanente all’interno della filiera istituzionale, dal livello nazionale agli enti territoriali

    Regioni e città necessitano di supporto per completare, in modo chiaro, coerente e immediatamente applicabile, il quadro regolativo e incentivante delle riqualificazioni profonde degli edifici.

  5. Rendere visibile il ruolo esemplare e di stimolo della Pubblica Amministrazione

    Nei propri immobili la pubblica amministrazione ‘ci mette la faccia’ con i cittadini. La riquali cazione degli edi ci pubblici deve avvenire attraverso bandi che prevedano dichiarati e verificabili risultati in termini di risparmio energetico, comfort e sicurezza.

  6. Promuovere la collaborazione con i diversi soggetti della filiera industriale e finanziaria

    La filiera delle riqualificazioni edilizie è composta da diversi soggetti, dalle imprese edili agli utenti finali, dagli istituti di credito ai professionisti: le regole del gioco e i meccanismi di accesso agli incentivi, per essere e caci e avere successo, devono essere predisposti attivando tavoli che prevedano il concorso di tutti gli attori della filiera

  7. Adoperarmi affinché la certi cazione energetica diventi strumento di valutazione del patrimonio immobiliare

    La certificazione energetica ha nora deluso molte aspettative; occorre migliorarne il contenuto, l’applicazione e il sistema pubblico dei controlli, affinché diventi strumento e cace e veri cabile, che orienti il mercato e consenta di praticare misure di incentivo e bene ci scali di erenziati in funzione delle reali prestazioni conseguite.


Also published on Medium.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.