Se non c’è la grotta la nascita è un reato

Benoît Duclos è una guida alpina e fa parte dei volontari di «Refuge solidaire», il gruppo che da mesi lavora a cavallo tra Francia e Piemonte per operazioni di soccorso nei confronti dei tanti migranti che, respinti a Ventimiglia, si avventurano ad alta quota, incuranti delle temperature e dei pericoli per provare ad attraversare la frontiera.

Era tra il Monginevro e Claviere quando ha avvistato una famiglia di nigeriani arrancare tra la neve (a 1900 metri) con due bambini piccoli di due e quattro anni. La madre era incinta, all’ottavo mese, ed era sfinita per l’avanzato stato della gravidanza. Benoît l’ha soccorsa. Mentre la portava in auto all’ospedale più vicino la Gendarmerie ha bloccato l’auto di Duclos con a bordo la famiglia e ha contestato la mancanza di documenti. Racconta Duclos di avere implorato i poliziotti di poter raggiungere un posto sicuro per il parto, un ospedale non distante dal punto in cui è avvenuto il controllo. Niente da fare. Intanto la donna ha cominciato ad avere le doglie e da lì a poco ha partorito.

Lui, Benoît Duclos, il 14 marzo ha ricevuto un avviso di garanzia per avere violato le leggi sull’immigrazione e presumibilmente andrà a processo. Da mesi la Francia non riesce a trovare il modo per bloccare gli ingressi illegali ma evidentemente la soddisfazione di punire chi evita che muoiano è un balsamo ideale per lenire il fallimento politico.

E così far nascere un bambino straniero, se non c’è l’addobbo natalizio, diventa una turpe azione da perseguire con forza. Come la nave della ong Open Arms che ieri a Pozzallo il prode Zuccaro (sempre lui, quello della famosa inchiesta che ha fatto tanto rumore sui taxi del mare per poi finire in niente) ha deciso di sequestrare perché “colpevole” di non avere dato donne e bambini in mano ai torturatori libici. Avanti così.

Buon lunedì.

Il mio #buongiorno lo potete leggere dal lunedì al venerdì tutte le mattine su Left – l’articolo originale di questo post è qui https://left.it/2018/03/19/se-non-ce-la-grotta-la-nascita-e-un-reato/ – e solo con qualche giorno di ritardo qui, nel mio blog.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.