Allo sceriffo Salvini la sicurezza sta sfuggendo di mano


A Napoli nel giro di poche ore viene ucciso in pieno giorno il boss Vincenzo Mariniello (che da anni sono in guerra con il clan De Falco) e il figlio di quel Pianese che combatté la guerra a Scampia e Secondigliano tra gli Abete-Abbinante-Notturno e la Vanella Grassi. Oggi un terzo omicidio. Salvini invece twitta su una “guerriglia” di stranieri a Ferrara che viene smentita perfino dai carabinieri. Fate un po’ voi.
Continua a leggere

1 commento su “Allo sceriffo Salvini la sicurezza sta sfuggendo di mano”

  1. Forse non gli sta sfuggendo di mano. Forse se la sta facendo volontariamente sfuggire di mano. Per poter continuare a cavalcare l’onda della paura.

Rispondi a Mauro Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.