Partorire nel Boschetto della droga a Milano: segno di un Paese che lascia indietro i più deboli


A Milano una ragazza partorisce in una cascina diroccata nel tristemente famoso Boschetto della droga di Rogoredo. La madre, tossicodipendente, e il suo bambino sono stati salvati da un passante che ha chiamato i soccorsi. E viene da chiedersi: ma dov’è questa sicurezza di cui tutti cianciano e che invece resta solo propaganda?
Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.