Caro Di Maio, non conta l’impegno, contano i risultati


L’avevamo detto per primi. Nonostante il Movimento 5 Stelle continui a dire di non essere “un partito come gli altri” la batosta elettorale (come accade in tutti i partiti) rimette in discussione la linea di comando e in questo caso regna una certa confusione su chi decide cosa e su chi viene interpellato per prendere una decisione. E non basta un clic sulla piattaforma Rousseau.
Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.