Qui da me i migranti sono “padroni di casa”: Padre D’Antoni, il parroco che ha accolto 30mila profughi

Il mio pezzo per TPI.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.