Lombardia, dalle mascherine pannolino ai vaccini: spese pazze ed errori della centrale acquisti Aria


Avrebbe dovuto rispondere al meglio all’impellente necessità di reperire tutto ciò che serviva per rispondere prontamente alla pandemia: ma Aria, la centrale acquisti della Regione Lombardia, ha inanellato una serie di errori. Dalle mascherine pannolino pagate oltre 8 milioni e che per gran parte giacciono inutilizzate in un magazzino, ai vaccini antinfluenzali acquistati a un prezzo fino a cinque volte il valore di mercato. Nel mezzo anche il cosiddetto “caso camici”, oggetto di un’inchiesta della magistratura.
Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.