L’operaio “fantasma” morto in un cantiere in Val Cavragna: 3 anni dopo in cinque a processo


La storia di Zyber Curri, operaio kosovaro di 48 anni morto in un cantiere di una centrale idroelettrica in Val Cavragna nel dicembre 2018. Per anni è stato un “fantasma”: era assunto per un’azienda che non figurava nell’appalto e non si capiva cosa ci facesse nel cantiere. A tre anni di distanza sono però cinque gli imputati al processo per la sua morte.
Continua a leggere

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.