Il funerale del carabiniere ucciso va in diretta tv sulla Rai: perché questo sì e gli altri no?

Il mio editoriale per TPI.it

Platì: il parroco e il favoreggiamento ecclesiastico alla mafia

(Papa Francesco ha scomunicato i mafiosi ma dovrebbe dare un’occhiata anche ai suoi parroci. Forse. L’articolo di Lucio Musolino) “La Chiesa deve dire di no alla ‘ndrangheta. I mafiosi sono scomunicati. La ‘ndrangheta è questo: adorazione del male e disprezzo del bene comune. Questo male va combattuto, va allontanato. Bisogna dirgli di no”. Le parole…Continua la lettura di Platì: il parroco e il favoreggiamento ecclesiastico alla mafia

Casting per il funerale: cortocircuiti di ‘ndrangheta

“A tutti i ragazzi che vengono a lutto digli che gli regaliamo 10 euro”. Non è un casting per una comparsata in un film o in una serie tv. Sono i ragazzi reclutati dalla ‘ndrangheta che doveva garantire una grande partecipazione a un funerale. La frase è inserita nelle carte dell’inchiesta “Acero-Krupi”, coordinata dal procuratore aggiunto della Dda…Continua la lettura di Casting per il funerale: cortocircuiti di ‘ndrangheta

I funerali ai boss si possono evitare. Parla Gratteri.

In questi giorni si legge di tutto e il contrario di tutto. Normale, forse, in un Paese in cui la strumentalizzazione in cerca della polemica falcia le analisi, la memoria e ogni tanto anche la verità. Tra le difese più patetiche di questi ultimi giorni vedo che ha preso molto piede chi dice che “i…Continua la lettura di I funerali ai boss si possono evitare. Parla Gratteri.

Magicabula

Pensa te se non esistesse Mauro Biani:

Gli applausi al funerale del boss

A Paternò il funerale del boss Salvatore Leanza (detto Turi) accende per le strade l’improvviso (ma davvero?) applauso solidale di alcuni cittadini. Un pezzo di città si trasforma in un omertoso abbraccio per l’uomo crivellato da colpi di pistola in viale dei Platani. Salvatore Leanza era stato condannato per l’omicidio avvenuto nel 1979 di Alfio Avellino, che…Continua la lettura di Gli applausi al funerale del boss

Domani a Milano per Lea

Denise, la figlia di Lea Garofalo ci chiede di essere in tanti. E non si può davvero mancare perché l’insegnamento che ci lascia Lea Garofalo, Denise e la condanna per Carlo Cosco e i suoi sodali è una lezione da non dimenticare. Ore 10.30, Piazza Beccaria, Milano. Il funerale di Lea.

Non si merita nemmeno un funerale

Piccoli segnali rari che ispirano l’ottimismo: il vescovo di Mazara, Mogavero, decide di non celebrare il funerale per il boss di Mazara Mariano Agate, morto il 3 aprile dopo aver trascorso 20 anni al 41 bis per vari reati, fra i quali la strage di Capaci. La moglie, come al solito, parla di ingiustizia e poco…Continua la lettura di Non si merita nemmeno un funerale

Ciao

Cambiano le cose. Cambiano.

Con il lavoro, l’impegno, la serietà poi alla fine la storia non si inventa ma succede davvero: Monsignor Francesco Montenegro vieta le esequie di Giuseppe Lo Mascolo, arrestato pochi giorni prima di morire con l’accusa di essere il boss di Cosa nostra a Siculiana: “L’unico modo per imbavagliare la mafia è rifiutare i compromessi”. La…Continua la lettura di Cambiano le cose. Cambiano.